E’ Chiara Colombo la giovane eccellenza malnatese in campo medico premiata quest’oggi

Un’iniezione di fiducia nei giovani è stato il forte messaggio che si è respirato questa mattina a Malnate in occasione della consegna del Premio Soldati, nella cornice di Villa Braghenti.

Alla sua seconda edizione, il Premio è stato istituito da Alberto e Aldo Soldati in ricordo del padre ing. Renzo Soldati con la precisa volontà di stanare le giovani eccellenze di Malnate. (CLICCA QUI PER APPROFONDIRE IL PREMIO SOLDATI)

La Fondazione della Comunità di Malnate era rappresentata al gran completo, dal presidente Ampollini alla vicepresidente Damiani. La famiglia Soldati, rappresentata quest’anno anche dal piccolo Tommaso, nipote dell’ing. Soldati. La mattinata è stata presentata da Antonio Franzi, consigliere della Fondazione.

Ad introdurre i contenuti delle quattro tesi di laurea in Medicina e Chirurgia candidate quest’anno è stato il prof. Giulio Carcano, presidente della Scuola di Medicina dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Il Premio, come detto, è andato a Chiara Colombo: la sua ricerca ha analizzato il ruolo che, nella valutazione del paziente colpito da ischemia, svolgono le tecniche di Neuroimaging, ovvero le forme di diagnosi non invasive che permettono di compiere indagini sul cervello.

Così, dopo che nell’edizione precedente fu premiato un giovane ingegnere Fabio Stradelli, questa volta al centro dell’attenzione ci sono stati i laureati in Medicina e Chirurgia. Il Presidente Ampollini:

A far cadere la preferenza su Chiara Colombo è stato però soprattutto l’impatto che la sua ricerca potrà avere sul territorio e la sua popolazione. L’ictus cerebrale, al centro dell’approfondimento, rappresenta infatti la seconda causa di morte a livello mondiale ed è la prima causa di disabilità nell’anziano. Nel 35% dei pazienti colpiti da ictus, globalmente considerati, permangono   una   severa disabilità e una marcata limitazione nelle attività della vita quotidiana, con   un   evidente   rilevante   impatto   individuale, familiare e sociosanitario

Durante la cerimonia di premiazione di quest’oggi a Malnate, a colpire è stata la presenza significativa di diversi giovani di valore

a testimonianza del fatto che i talenti e le eccellenze dei nostri giovani esistono, vanno solo stanate: Jacopo Sartorelli anch’egli candidato al Premio e che ha ritirato una speciale menzione d’onore per la sua tesi in campo pediatrico; Mirko Migliarino, coordinatore del progetto Giovani di Valore con il quale collabora anche la nostra Fondazione (CLICCA QUI PER INFO SUL PROGETTO GIOVANI DI VALORE); Linda Broggini, tirocinante della Fondazione; Jacopo Bernard, giovane consigliere di Malnate che ha rappresentato l’Amministrazione Comunale.

Insomma, una buona dose di fiducia in questi ragazzi che testimoniano con il loro impegno, lo studio e il lavoro, la valenza di questa generazione.

L’appuntamento è alla prossima edizione del Premio Soldati!

admin

Prossimi eventi

No results found.